Il picco è previsto tra il 12 e il 13, col passare del tempo infatti, il picco dello sciame meteorico si è spostato dal 10 a qualche giorno in là. Il nome dello sciame deriva dalla costellazione dalla quale sembrano avere origine. Ed è proprio lì che dobbiamo guardare, tra Cassiopea (la “W” ben riconoscibile) e Perseo poco sotto, in direzione nord-est. Quello è il “radiante” della pioggia di meteore. Soliti consigli per ammirarle, andare in montagna lontano dalla luce creata dalla città. Ribordone è un ottimo posto per farlo, magari al Santuario.