Il costo di un massiccio cyber attacco a livello globale può essere paragonato a quello di un disastro naturale. Sono i Lloyd’s di Londra a fare questa stima in una proiezione appena resa nota. Secondo i colosso assicurativo, un’offensiva informatica su scala internazionale può portare a perdite economiche di 53 miliardi di dollari in media. Il documento pubblicato dai LLoyd’s è un testo di 56 pagine, stilato in cooperazione con l’azienda di cyber security Cyence. Analizza il rapporto tra le economie e le cyber minacce. A riguardo, oltre a tracciare una stima dei costi, sottolinea che sia difficile tracciare modelli e approfondire la conoscenza dell’area. Ciò a seguito del fatto che ci sono pochi dati storici sui quali effettuare valutazioni e previsioni.

I cyber events possono determinare impatti gravi sugli affari e sulle economie. Innescando molteplici richieste di indennizzo e facendo così aumentare drasticamente i costi per le assicurazioni. L’azienda ha ricordato che i sottoscrittori dovrebbero aggiornare i loro massimali di premio, tenendo presente il trend attuale delle minacce informatiche. A oggi, infatti, la maggior parte dei rischi non sarebbe coperta dalle assicurazioni.