Viene discussa molto la questione della privacy con l’utilizzo dei droni. Infatti, se fino a poco tempo fà la violazione della privacy era soggetta solo da minacce a terra, ora le cose cambiano. L’interferenza nella vita privata altrui è un reato penale perseguibile dopo una denuncia e un drone ha tutte le carte per poter essere utilizzato nel modo scorretto e commettere una violazione . Ecco perché bisogna ricordare, come appare sull’articolo “La legge per tutti” i seguenti punti.

  • non bisogna invadere spazi privati come cortili e giardini riservati;
  • non bisogna violare l’intimità delle persone;
  • non bisogna volare in aree popolate come strade pubbliche, condomini, parchi (e aggiungo che esiste una legge quadro 394 sulle Aree Protette) e spiagge;
  • non si possono pubblicare su internet o in qualsiasi altro spazio le immagini filmante da un drone se appaiono volti di persone a meno che questi non vengano oscurati o gli interessati abbiano fornito il consenso;
  • se nel filmato vengono riprese auto è necessario oscurare le targhe;
  • non si può usare un drone per registrare, a distanza, una conversazione tra altre persone a meno che il soggetto che registra non sia materialmente presente alla discussione